Featured

Lamentoni? No, grazie.

Questo è l’estratto dell’articolo.

Annunci

 

Inizio questo post un po’ al contrario, dalla parte sbagliata, dalla parte di quelli che odiano. Gli haters, li conoscete? Sono quegli utenti che seminano odio nella rete e che – in senso lato – so’ sempre un po’ incazzati.
Ecco ogni tanto mi sento una di loro.

Ora, manco mi conoscete e già mi presento nel peggiore dei modi. Per consolarvi vi dico però che sono poche (mento sapendo di mentire) le cose che mi danno davvero fastidio al mondo.

Oggi voglio parlarvi di quelli che sono in cima alla mia lista, che mi procurano l’orticaria, mi annebbiano la vista e il cervello, mi fanno venire la voglia di chiudermi in casa, smettere di vivere e recedere l’abbonamento a Netflix (wtf?!), sono loro: i LAMENTONI.

Dite la verità, ognuno di voi conosce, frequenta, ha a che fare nella vita di tutti i giorni con un lamentone.

Avete capito di chi parlo, no?
Eddai, i lamentoni sono quegli individui che: godono di ottima salute, magari anche di bella presenza, hanno sicuramente un ottimo lavoro e pure ben pagato, una casa, una macchina, un figlio e l’abbonamento a sky.
Eppure quando hai il piacere di incontrarli e cadi nell’errore (sempre lo stesso) di chiedergli:

“Hey, come va?” Ti rispondono con l’espressione di uno a cui hanno appena ammazzato il gatto: “mah, diciamo. Insomma. Potrebbe andare meglio”
Poi scopri che non c’è assolutamente nulla che non va. È la vita.

E anzi, magari hanno pure ottenuto una promozione e una poltrona in pelle umana.

C’è bisogno che qualcuno lo dica: la lamentela è una cosa brutta, è contagiosa, bisogna tenersene alla larga. Apriamo una petizione su change.org,: uccidiamo i lamentoni.

Il lamentone è una categoria da abbattere. Da animalista non avrei mai creduto di poter sostenere una cosa del genere e invece vi chiedo: abbattiamo i lamentoni, quelli che si piangono sempre addosso, che pare che mai ‘na gioia, che la vita ce l’ha con loro ma tu non riesci mai a capire perché.

E con chi si lamentano, poi? Proprio con te che tieni sempre un acciacco, che la bella presenza non sai manco dove sta di casa, che hai (forse) un bel lavoro ma che quasi quasi paghi tu a loro, che vivi in una stanza con altre 5 persone, non hai figli, l’orologio biologico ti ha fatto ciao ciao e per vedere sky sfrutti l’on demand di papà.